IL TAPING ELASTICO® NELLA CONDROPATIA FEMORO-ROTULEA

IL TAPING ELASTICO® NELLA CONDROPATIA FEMORO-ROTULEA
Le strutture deputate alla stabilizzazione della rotula sono il vasto mediale che si inserisce con un angolo di 55° sulla rotula e la traziona medialmente e in superiorità, il legamento alare interno e il bordo laterale della troclea femorale. Quando queste strutture funzionano correttamente, durante la flesso-estensione del ginocchio la rotula scorrerà superiormente e inferiormente nel suo binario che è la troclea femorale; se invece queste condizioni non sono rispettate la rotula continua il suo scorrimento verticale facendo troppo affidamento sul binario esterno andando ripetutamente a sfregare sul bordo tocleare. Inizialmente si avrà un’usura della cartilagine, fino all’esordio della sintomatologia algica. (1) Questa situazione è più frequente nelle donne a causa di un grado più elevato dell’angolo Q (angolo tra una linea tracciata dalla spina iliaca antero-superiore al centro della rotula e una linea tracciata dalla tuberosità tibiale e il centro della rotula). Tale caratteristica infatti amplifica la lateralizzazione della rotula durante il movimento. In questi casi un bendaggio stabilizzante con Taping Elastico® permette di medializzare la rotula riducendo la pressione femoro-rotulea esterna. Questo inoltre consente di ridurre il dolore durante l’attvità sportiva che viene percepito generalmente nella porzione antero-mediale del ginocchio. Infine se al bendaggio con Taping Elastico® si associa un programma rieducativo di rinforzo del vasto mediale si può ottenere un significativo miglioramento della sintomatologia nel lungo periodo (2). Fonte Bibliografica: “Taping Elastico®”. Casa Editrice: Giacomo Catalani Editore. 2012. p 48-49. Ye QB, Wu ZH, Wang YP, Lin J, Qiu GX. “Preliminary investigation on the pathogeny, diagnosis and treatment of condromalacia patella”. Department of Orthapaedics, PUMC Hospital, CAMS, PUMC. 2001 Apr;23(2):181-3.