Sindrome da conflitto sub acromiale Taping Elastico®

Taping Elastico® nella Sindrome da conflitto Sub-Acromiale.

Il seguente articolo presenta il metodo Taping Elastico applicato in caso di Sindrome Sub-Acromiale.

Le dolenzie della spalla che possiamo gestire con il metodo Taping Elastico® possono essere divise in due grandi categorie:

  1. le algie muscolari che accompagnano una più importante anomalia della spalla
  2. le algie muscolari da over-use.

Nella prima categoria (algie muscolari che accompagnano una più importante anomalia della spalla) il deltoide, per diversi motivi, sviluppa una forza sproporzionata rispetto alla cuffia dei rotatori che ha il compito di centrare la testa omerale nella cavità glenoidea. Questo comporta, durante l’abduzione, una massiva risalita del capo osseo omerale verso il tetto acromiale (conflitto sub-acromiale). La riduzione di questo spazio fa si che durante l’abduzione del braccio si crei un attrito tra le strutture tendinee e bursali situate in questa regione. In particolare, sul tendine del sovraspinato che è la struttura anatomica più vicina all’acromion, si crea una sofferenza del tendine stesso (impigement sub-acromiale). Questo attrito renderà ancor più difficoltosa l’abduzione e il deltoide dovrà sviluppare ulteriore forza per continuare il movimento. Nasce così un circolo vizioso disfunzionale. In tale condizione è utile effettuare un bendaggio decompressivo sul muscolo deltoide per diminuirne la tensione e recuperare importanti millimetri nello spazio sub-acromiale. Inoltre è importante effettuare esercizi di rinforzo della cuffia dei rotatori durante le quali si potranno utilizzare dei bendaggi stabilizzanti per aumentarne la capacità contrattile.

La seconda categoria (algie muscolari da overuse) rappresenta tutte quelle condizioni in cui la muscolatura, o le strutture tendinee provocano dolore per attività ripetute, ma in condizione di normale mobilità dell’articolazione gleno-omerale. In questo caso sarà utile applicare un bendaggio stabilizzante durante l’attività per diminuire lo stress meccanico sul muscolo in questione. Dopo l’attività è utile realizzare un bendaggio decompressivo per favorire il ripristino della fisiologia muscolare.

Bibliografia: Giacomo Margiacchi. “Taping Elastico”. Casa Editrice: Giacomo Catalani Editore. 2012. p 68-69.