Taping Kinesiologico®

Storia del Taping Kinesiologico®

In origine Kinesio Taping, la metodica sviluppata da Kenzo Kase, il Taping Muscolare è stato oggetto di sviluppo di numerosi altri professionisti tra cui il Fisioterapista Rosario Bellia, fondatore dell’Associazione Italiana Taping Kiensiologico® e sviluppatore della metodologia Taping Kinesiologico®. Il dottor Kenzo Kase, nel 1973, basandosi sullo studio delle scienze kinesiologiche. elaborò un metodo naturale di autoguarigione del corpo soggetto a traumi con l’ausilio di una tecnica non invasiva e non farmacologica, sostenendo che si potesse aiutare la funzione muscolare attraverso l’assistenza esterna, vale a dire attraverso l’uso di un nastro elastico, materiale molto simile per elasticità alla nostra pelle e ai nostri muscoli. La vera diffusione di questa tecnica fu però in occasione delle olimpiadi di Seul tenutesi nel 1988, quando atleti giapponesi si mostrarono al pubblico ricoperti dai bendaggi. Soltanto alla fine degli anni ’90 si è affermata a livello mondiale, prima negli USA e poi in Europa. La sua divulgazione in Italia si ebbe con l’australiano David Blow nel 1999 e poi proprio con l’allora fisioterapista della nazionale italiana di pattinaggio a rotelle, Rosario Bellia. Inizialmente usata solo da atleti e sportivi, oggi viene utilizzata da un’ampia percentuale della popolazione mondiale. I più recenti studi e le innovazioni che l’equipe di professionisti ATS guidati dal Dott. Giacomo Margiacchi con il Dott. Matteo Tuvinelli, Dott. Stefano Livi, Dott. Alberto Falcone e il Dott. Simone Smiraglia, hanno apportato al cerotto muscolare Taping Elastico®, ne permette oggi l’utilizzo nel campo del miglioramento della performance atletica, oltre che negli aspetti più fini del miglioramento a livello posturale.

 

Cos’è il Taing Kinesiologico®?

Si tratta di un nastro che comprende uno strato di cotone con uno spessore millimetrico e un particolare adesivo privo di lattice. Il suo utilizzo, attraverso l’applicazione sul corpo con il nastro adesivo elastico, crea degli spazi nei tessuti in modo da stimolare il metabolismo cellulare conferendo al nostro corpo la capacità di auto-guarigione naturale. L’applicazione del nastro consente al corpo in movimento di facilitare il drenaggio linfatico facilitando la vascolarizzazione sanguigna e riducendo i dolori o migliorando la performance atletica quest’ultimo, quando applicati seguendo le più recenti strategie di applicazioni presentate dall’equipe di professionisti ATS.

 

A cosa serve il Taping Kinesiologico®?

Seguendo la teoria impostata dalla disciplina del Taping Kinesiologico® del Prf. Rosario Bellia, serve a stimolare i propriocettori articolari migliorando la funzione delle articolazioni riducendo le contratture muscolari e fornendo stimoli sensoriali, inoltre, favorisce la rimozione dell’edema aumentando la funzione circolatoria riducendo anche i dolori derivanti da traumi, stimola i ricettori sensoriali della cute e favorisce l’allineamento delle articolazioni risolvendo casi di dislocazione dovute a una eccessiva tensione muscolare, facilitando e migliorando la postura.